Xylella: Urgentissimo il controllo del vettore!

URGENTISSIMO

APPELLO ALLA CITTADINANZA ED ALLE AMMINISTRAZIONI LOCALI

 

LOTTA OBBLIGATORIA AL VETTORE DELLA

XYLELLA FASTIDIOSA IN PUGLIA

 

A meno di due settimane dalla comparsa dei primi adulti del vettore della Xylella in Puglia risulta URGENTISSIMO procedere alle lavorazioni meccaniche superficiali (aratura, trinciatura, fresatura) di tutti i terreni ed alla pulizia dalle erbe spontanee al suolo (compresi i bordi strada e le aree di competenza di Comuni e Province), entro e non oltre il 30 aprile (meglio se prima della Santa Pasqua), in tutto il territorio demarcato della Puglia ovvero tutta l’area infetta, la zona di contenimento e la zona cuscinetto (DDS dell’Osservatorio fitosanitario n. 16/2017). Tali interventi, finalizzati a colpire gli stadi giovanili della sputacchina (poco mobili e non infettivi), sono OBBLIGATORI (DGR 1999 “Misure Fitosanitarie per l’eradicazione e il contenimento della diffusione della Xylella fastidiosa”, pubblicata sul BURP 148/2016). A partire dal 1 maggio 2017 fino al 15 giugno saranno effettuati controlli sull’applicazione e la mancata osservanza delle prescrizioni comporterà delle sanzioni. Si ricorda inoltre che nelle misure fitosanitarie da attuare per il contenimento della xylella, a giugno – agosto, “sono fortemente raccomandati gli ordinari interventi fitosanitari nei confronti dei normali parassiti dell’olivo con insetticidi autorizzati che hanno efficacia anche nei confronti degli adulti vidi consigliano inoltre il successivo controllo degli adulti del vettore Philaenus spumarius”.

Infoxylella consiglia altresì di estendere le lavorazioni meccaniche del terreno anche nei territori ancora indenni ma limitrofi (almeno in una fascia di 30 km) alle zone demarcate al fine di iniziare, preventivamente, a ridurre le popolazioni del vettore e quindi il rischio di diffusione del batterio e di ulteriore avanzata della malattia del Disseccamento rapido degli ulivi in un prossimo futuro.

Si INVITANO tutti gli Organi di stampa (giornali, televisioni, radio), le Amministrazioni locali ed i Cittadini pugliesi che hanno a cuore la salvaguardia dell’economia, del territorio e del paesaggio olivicolo regionale, a diffondere capillarmente e con cadenza giornaliera l’informazione e l’APPELLO in una CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE VOLONTARIA DI INTERESSE COLLETTIVO.

Cerchiamo di essere artefici del nostro futuro e non del nostro destino.

 

5 Aprile 2017

WWW.INFOXYLELLA.IT

          La Redazione

 

Normativa Comunitaria, Nazionale e Regionale

NORMATIVA COMUNITARIA

 

Contenuto più aggiornato a questa pagina: Normativa europea nazionale e regionale

 

08.05.2000 – Direttiva 2000/29/CE del Consiglio – Concernente le misure di protezione contro l’introduzione nella Comunità di organismi nocivi ai vegetali o ai prodotti vegetali e contro la loro diffusione nella Comunità. (G.U.U.E n. L 169/1 del 10.07.2000).

28.11.2002 – Direttiva 2002/89/CE del Consiglio – che modifica la direttiva 2000/29/CE concernente le misure di protezione contro l’introduzione nella Comunità di organismi nocivi ai vegetali o ai prodotti vegetali e contro la loro diffusione nella Comunità. (G.U.U.E. n. L 355/45 del 30.12.2002).

15.02.2014 – Decisione di Esecuzione della Commissione del 13 febbraio 2014, n. 87 – Relativa alle misure per impedire la diffusione nell’Unione della Xylella fastidiosa (Wells e Raju). (G.U.U.E. n. L 45/29 del 15.02.2014).

23.07.2014 – Decisione di Esecuzione della Commissione del 23 luglio 2014, n. 497 – Relativa alle misure per impedire l’introduzione e diffusione della Xylella fastidiosa (Wells e Raju). (G.U.U.E. n. L 219 del 25.07.2014).

18.05.2015 – Decisione di Esecuzione della Commissione del 18 maggio 2015, n. 789 – Relativa alle misure per impedire l’introduzione e la diffusione nell’Unione della Xylella fastidiosa (Wells et al.).

17.12.2015 – Decisione di Esecuzione della Commissione del 17 dicembre 2015, n. 2417 – Modifica della Decisione di Esecuzione (UE) 2015/789 relativa alle misure per impedire l’introduzione e la diffusione nell’Unione della Xylella fastidiosa (Wells et al.). (G.U.U.E. n. L 333 del 19.12.2015).

12.05.2016 – Decisione di Esecuzione della Commissione del 12 maggio 2016, n. 764 – Modifica della Decisione di Esecuzione (UE) 2015/789 relativa alle misure per impedire l’introduzione e la diffusione nell’ Unione della Xylella fastidiosa (Wells et al.). (G.U.U.E. n. L126 del 14.05.2016).

 

NORMATIVA NAZIONALE

19.08.2005 – Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n.214 e s.m.i –  Attuazione della direttiva 2002/89/CE concernente le misure di protezione contro l’introduzione e la diffusione nella Comunità di organismi nocivi ai vegetali o ai prodotti vegetali. (G.U. n. 248 del 24.10.2005 – Supplemento Ordinario n. 169).

26.09.2014 – Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali del 26 settembre 2014 (14A07903) – Misure di emergenza per la prevenzione, il controllo e l’eradicazione di Xylella fastidiosa (Wells e Raju) nel territorio della Repubblica italiana. (G.U. n. 239 del 14.10.2014).

10.02.2015 – Deliberazione del Consiglio dei Ministri del 10 febbraio 2015 – Dichiarazione dello stato di emergenza per la diffusione del batterio Xylella fastidiosa in Puglia. (G.U. n. 42 del 20.02.2015).

11.02.2015 – Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile n. 225 dell’11 febbraio 2015 – Primi interventi urgenti di protezione civile per fronteggiare il rischio fitosanitario connesso alla diffusione della Xylella fastidiosa (Wells e Raju) nel territorio della regione Puglia e Nomina Commissario. (G.U. n.42 del 20.02.2015).

11.03.2015 – Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile n. 228 dell’ 11 marzo 2015 – Ulteriori disposizioni per fronteggiare il rischio fitosanitario connesso alla diffusione della Xylella fastidiosa in Puglia – Attività di ricognizione dei fabbisogni di competenza del Commissario Delegato. (G.U. n. 64 del 18.03.2015).

17.03.2015 – Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali del 17 marzo 2015 (15A02500) – Definizione delle misure fitosanitarie obbligatorie da attuare nella zona infetta della provincia di Lecce per l’eradicazione ed il controllo di Xylella fastidiosa (Wells e Raju).

22.04.2015 – Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile – Ulteriori disposizioni di protezione civile per fronteggiare il rischio fitosanitario connesso alla diffusione della Xylella fastidiosa (Wells e Raju) nel territorio della regione Puglia. (G.U. n.100 del 02.05.2015).

19.06.2015 – Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali del 19 giugno 2015 (15A05031) – Misure di emergenza per la prevenzione, il controllo e l’eradicazione di Xylella fastidiosa (Wells e Raju) nel territorio della Repubblica italiana.

03.07.2015 – Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile – Ulteriori disposizioni urgenti di protezione civile per fronteggiare il rischio fitosanitario connesso alla diffusione della Xylella fastidiosa (Wells e Raju) nel territorio della regione Puglia. (Ordinanza n. 265).

03.07.2015 – Delibera del Consiglio dei Ministri del 3 luglio 2015 – Ulteriori disposizioni per fronteggiare il rischio fitosanitario connesso alla diffusione nel territorio della regione Puglia del batterio patogeno da quarantena Xylella fastidiosa (Wells e Raju).

21.07.2015 – Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali del 21 luglio 2015 – Dichiarazione del carattere di eccezionalità per i danni causati da organismi nocivi (Xylella fastidiosa) nei territori della Regione Puglia dal 1° gennaio 2014 al 30 giugno 2015. (G.U. n. 178 del 03.08.2015).

31.07.2015 – Delibera del Consiglio dei Ministri del 31 luglio 2015 – Ulteriori disposizioni per fronteggiare il rischio fitosanitario connesso alla diffusione nel territorio della regione Puglia del batterio patogeno da quarantena Xylella fastidiosa (Wells e Raju). (G.U. n. 192 del 20.08.2015).

18.09.2015 – Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile – Ulteriori disposizioni urgenti di protezione civile per fronteggiare il rischio fitosanitario connesso alla diffusione della Xylella fastidiosa (Wells e Raju) nel territorio della Regione Puglia. (Ordinanza G.U. n. 286 del 18.09.2015).

18.02.2016 – Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali del 26 febbraio 2016 – Modifica del Decreto 19 giugno 2015, recante misure di emergenza per la prevenzione, il controllo e l’eradicazione di Xylella fastidiosa (Wells et al.) nel territorio della Repubblica italiana. (G.U. n. 47 del 26.02.2016).

18.02.2016 – Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali del 26.02.2016 – Definizione delle aree indenni dall’organismo nocivo Xylella fastidiosa (Wells et al.) nel territorio della Repubblica italiana. (G.U. n. 54 del 05.03.2016).

 

NORMATIVA REGIONALE

22.11.2013 – Deliberazione della Giunta Regionale 29 ottobre 2013, n. 2023 – Misure di Emergenza per la Prevenzione, il Controllo e la Eradicazione del Batterio da quarantena Xylella fastidiosa associato al “Complesso del Disseccamento Rapido dell’Olivo”.

05.12.2013 – Determinazione del Dirigente Servizio Agricoltura 20 novembre 2013, n. 521 – Direttiva 2000/29/CE –  D.Ivo 214/2005 e s.m.i. – DGR 2023/2013: Disposizioni attuative afferenti all’esercizio dell’attività vivaistica in provincia di Lecce.

12.12.2013 – Determinazione del Dirigente Servizio Agricoltura 5 dicembre 2013, n. 562 Direttiva 2000/29/CE – D.Ivo 214/2005 e s.m.i. – DGR 2023/2013 – DDS 521/2013. Ulteriori disposizioni afferenti all’esercizio dell’attività vivaistica in provincia di Lecce (B.U.R.P. n. 164 del 12.12.2013).

07.05.2014 – Determinazione del Dirigente Servizio Agricoltura 18 aprile 2014, n. 157 – Direttiva 2000/29/CE, D.Lgs. 214/2005 e s.m.i., DGR 2023/2013 e DGR 580/2014 – Istituzione delle aree demarcate (zone contaminate e zone tampone) a seguito di ritrovamento della Xylella fastidiosa.

05.09.2014 – Deliberazione della Giunta Regionale 5 settembre 2014, n. 1842 – Richiesta di dichiarazione Stato di Emergenza Fitosanitaria Straordinaria, conseguente emanazione di specifiche norme per l’eradicazione e contenimento delle infezioni di Xylella fastidiosa e adempimenti conseguenti (D.G. n. 1842 del 05.09.2014).

25.09.2014 – Determinazione del Dirigente Servizio Agricoltura dell’ 11.09.2014, n. 295 – Ulteriori disposizioni afferenti all’esercizio dell’attività vivaistica in provincia di Lecce per la presenza di Xylella fastidiosa (B.U.R.P. n. 134 del 25.09.2014).

30.09.2014 – Deliberazione della Giunta Regionale del 05.09.2014, n. 1844 – Misure di emergenza per la prevenzione, il controllo e la eradicazione del batterio da quarantena Xylella fastidiosa – variazione compensativa ai sensi dell’art.42, comma 2 della l.r. 28/2001. (B.U.R.P. n. 136 del 30.09.2014).

30.09.2014 – Deliberazione della Giunta Regionale del 05.09.2014, n. 1843 – Misure di emergenza per la prevenzione, il controllo e la eradicazione del batterio da quarantena Xylella fastidiosa – Prelievo della somma eu. 1.000.000,00 dal fondo di riserva delle spese impreviste, ai sensi dell’art. 50 della l.r. n.28/2001 (B.U.R.P. n. 136 del 30.09.2014).

14.10.2014 – Legge Regionale 8 ottobre 2014, n. 41 – Misure di tutela delle aree colpite da Xylella fastidiosa (B.U.R.P. n. 143 suppl. del 14.10.2014).

16.10.2014 – Determinazione del Dirigente Servizio Agricoltura 1 ottobre 2014, n. 339 – Revoca DDS dell’11 settembre 2014, n. 295 (B.U.R.P. n. 134 del 25.09.2014).

25.11.2014 – Deliberazione della Giunta Regionale 25 novembre 2014, n. 2466 – Costituzione Comitato Consultivo permanente per l’ Emergenza su Xylella fastidiosa (B.U.R.P. n. 1 del 07.01.2015).

13.12.2014 – Linee Guida per il contenimento della diffusione di “Xylella fastidiosa” – Subspecie pauca ceppo CODIRO e la prevenzione e il contenimento del “Complesso del Disseccamento Rapido dell’Olivo” (CODIRO).

16.01.2015 – Determinazione del Dirigente Servizio Agricoltura del 16 gennaio 2015, n. 3 – Direttiva 2000/29/CE, D.Lgs. 214/2005 e s.m.i., DM 2777 del 26.07.2014 – Ridefinizione delle aree delimitate per Xylella fastidiosa (B.U.R.P. n.15 del 29.01.2015).

06.02.2015 – Determinazione del Dirigente Ufficio Osservatorio Fitosanitario del 06.02.2015, n. 10 – Misure fitosanitarie obbligatorie per il contenimento delle infezioni di Xylella fastidiosa (Wells e Raju) da attuare nella zona infetta. (B.U.R.P. n. 22 del 12.02.2015).

03.03.2015 – Determinazione del Dirigente del Servizio Alimentazione del 3 marzo 2015, n. 53 – Concessione della maggiorazione dell’accredito d’imposta per il tramite del carburante ad accisa agevolata per le operazioni utili alla prevenzione, controllo ed eradicazione di Xylella fastidiosa nei territori delle province di Lecce e Brindisi.

 04.03.2015 – Determinazione del Dirigente Servizio Agricoltura del 4 marzo 2015, n. 43 – Determinazione di esecuzione della Commissione N. 2014/497/UE del 23.07.2014 D.M. del 26.09.2014 n. 2777. Ulteriori disposizioni afferenti all’esercizio dell’attività vivaistica in provincia di Lecce per la presenza di Xylella fastidiosa.

13.03.2015 – Determinazione del Dirigente del Servizio Agricoltura del 13 marzo 2015, n. 54 – Direttiva 2000/29/CE, D.Lgs. 214/2005 e s.m.i., DM 2777 del 26.07.2014 – Terza definizione delle aree delimitate per Xylella fastidiosa ed adempimenti fitosanitari.

01.06.2015 – Determinazione del Dirigente del Servizio Agricoltura del 1 giugno 2015, n. 195 – Direttiva 2000/29/CE, D.Lgs. 214/2005 e s.m.i.,Decisione d’esecuzione (UE) 2015/789 della Commissione Europea – Ridefinizione e aggiornamento della aree delimitate per Xylella fastidiosa.

05.06.2015 – Determinazione del Dirigente del Servizio Agricoltura del 5 giugno 2015, n. 198 – Disposizioni per i soggetti operanti nell’attività di produzione, commercializzazione e movimentazione di vegetali e prodotti vegetali nelle zone delimitate dalla DDS 195 del 01.06.2015 per la presenza di Xylella fastidiosa.

23.06.2015 – Deliberazione della Giunta Regionale del 23.06.2015, n. 1489 – Proposta urgente al MIPAAF di declaratoria delle eccezionali avversità atmosferiche. Diffusione del batterio Xylella fastidiosa. Intero territorio della provincia di Brindisi. Accesso al Fondo di Solidarietà nazionale. (B.U.R.P. n. 107 del 28.07.2015).

23.06.2015 – Deliberazione della Giunta Regionale del 23.06.2015, n. 1490 – Proposta urgente al MIPAAF di declaratoria delle eccezionali avversità atmosferiche. Diffusione del batterio Xylella fastidiosa. Territorio dei comuni della prov. di Lecce. Accesso al Fondo di Solidarietà nazionale. (B.U.R.P. n. 107 del 28.07.2015).

14.07.2015 – Determinazione del Dirigente del Servizio Agricoltura del 14 luglio 2015, n. 286 – Delimitazione delle aree di cui al D.M. del 19.06.2015 art.9, comma 2, lettere a) e c).

31.07.2015 – Determinazione del Dirigente del Servizio Agricoltura del 31 luglio 2015, n. 334 – Aggiornamento nell’ambito delle aree delimitate di cui al DDS 195/2015 della zona infetta: delimitazione di tre focolai puntiformi di Xylella fastidiosa in agro di Torchiarolo (BR).

22.09.2015 – Determinazione del Dirigente Servizio Agricoltura del 22 settembre 2015,  n. 370 – Aggiornamento delle aree delimitate a seguito di individuazione di focolai di Xylella fastidiosa in agro di Torchiarolo (BR) – Cellino S. Marco (BR) – S. Pietro Vernotico (BR).

05.11.2015 – Determinazione del Dirigente del Servizio Agricoltura del 5 novembre 2015, n. 571 – Aggiornamento delle aree delimitate a seguito di individuazione di focolai di Xylella fastidiosa in agro di: Brindisi – Torchiarolo (BR) – Cellino S. Marco (BR) – S. Pietro Vernotico (BR).

12.02.2016 – Determinazione del Dirigente Sezione Agricoltura del 12 febbraio 2016, n. 23 – Aggiornamento delle aree delimitate a seguito di individuazione di focolai di Xylella fastidiosa in agro di: S. Pietro Vernotico, Cellino S. Marco, S. Donaci, S. Pancrazio Salentino, Oria in provincia di Brindisi ed Avetrana in provincia di Taranto.

08.04.2016 – Delibera della Giunta Regionale dell’ 8 aprile 2016, n. 459 – Misure fitosanitarie da attuare per il contenimento della diffusione di Xylella fastidiosa sottospecie Pauca ceppo CoDiRO ai sensi dell’ art. 17 del D.M. del 19.06.2016 e s.m.i.

26.05.2016 – Determinazione del Dirigente Sezione Agricoltura del 24 maggio 2016,     n.203 – Modifica delle aree delimitate ai sensi della Decisione di esecuzione (UE) 2016/764 della Commissione Europea che modifica la Decisione di esecuzione (UE) 2015/789.

Misure UE per combattere la xylella sono valide

13226790_866721973457074_7918108915228013440_nIn attesa del deposito della Sentenza, l’Avvocato generale della Corte di Giustizia Europea Yves Bot conclude che le misure UE per combattere la xylella sono valide.
In risposta al Tar del Lazio, nessuna violazione dei principi di precauzione, adeguatezza e proporzionalità delle misure di contenimento. Sussiste inoltre il diritto all’indennizzo delle piante distrutte a carico dello Stato Membro.

Ansa.it

Xylella fastidiosa. Comunicato urgente ai cittadini

LOGO_REGIONE_PUGLIA-15X11_300DPIll Dipartimento Agricoltura, Sviluppo Rurale e Tutela dell’Ambiente della Regione Puglia-Osservatorio Fitosanitario informa i cittadini che sono in atto i controlli per verificare l’esecuzione delle misure fitosanitarie previste dalla Delibera della Giunta della Regione Puglia del 08/04/2016 n. 459 (Misure fitosanitarie da attuare per il contenimento della diffusione di X. fastidiosa sottospecie Pauca ceppo CoDiRo ai sensi dell’art. 17 del DM del 19/06/2016 e s.m.i.).

I controlli sono rivolti a verificare l’esecuzione delle misure fitosanitarie:

  • lavorazioni superficiali dei terreni ( obbligatorie su tutto il territorio regionale ad eccezione del territorio “indenne”)
  • potature severe delle piante accertate infette o sintomatiche (obbligatorie nella zona di contenimento e nei focolai in provincia di Brindisi e Taranto).

Le verifiche interessano tutte le superfici olivetate, con priorità per gli appezzamenti dove è stata accertata la presenza di piante infette.

Si invitano i proprietari/conduttori a rispettare ed adempiere a tutto quanto previsto dalla DGR 459/2016. Per ulteriori chiarimenti si rimanda alle Misure Fitosanitarie disponibili sul sito www.emergenzaxylella.it e si consultino i funzionari regionali i cui contatti sono indicati nello stesso documento.

http://www.regione.puglia.it/

Controlli doganali negli aeroporti internazionali

13178749_863907420405196_2904225298164045381_nNell’Unione Europea, scarse se non assenti la consapevolezza pubblica e l’informazione/comunicazione sul grave rischio fitosanitario legato all’introduzione di MATERIALI VEGETALI (piante, semi, parti di pianta, imballaggi ed altri prodotti di origine vegetale).
Nella I foto: Aereoporto di Fiumicino, terminal arrivi Paesi extracomunitari; solo n. 2 cartelli informativi sul rischio di importazione di prodotti di origine animale. Ed i VEGETALI?
A seguire, in sequenza, alcune immagini/fotografie della cartellonistica informativa in altri Paesi (USA, Cile, Australia, etc.) in cui ciascun viaggiatore, prima di varcare la frontiera, deve obbligatoriamente compilare e sottoscrivere una dichiarazione relativa a ciò che si trasporta ed è contenuto nel bagaglio.

Consigliatissima la visione su DMax di Airport Security (su Nove DeeJay TV). Guardate il video a partire dal minuto 11:30

Trattamenti sperimentali riducono sintomi della Xylella

xylella_160420I trattamenti in corso di sperimentazione sugli olivi in Puglia possono ridurre i sintomi della malattia causata dalla Xylella fastidiosa ma non eliminano l’agente patogeno dalle piante infette.

E’ questa la principale conclusione di una valutazione condotta dall’EFSA sull’efficacia di alcuni trattamenti per X. fastidiosa negli olivi. I risultati confermano l’esperienza fatta in altre parti del mondo, dove X. fastidiosa sta causando enormi danni e non si è trovato alcun trattamento per eliminare il patogeno dalle piante coltivate all’aperto.

Gli esperti di salute delle piante dell’EFSA hanno valutato studi eseguiti in Puglia da due gruppi – uno dell’Università di Foggia e l’altro del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (CREA) di Caserta – e hanno anche esaminato trattamenti utilizzati altrove per controllare le infezioni batteriche in piante come l’olivo, gli agrumi, il melo, il pero e la vite.

I ricercatori di Foggia hanno trattato gli olivi infetti con diversi composti bioattivi dopo una potatura severa. Hanno riferito di una nuova, vigorosa crescita di rami, che portavano foglie asintomatiche, entro cinque mesi dall’applicazione dei trattamenti. Hanno inoltre riferito di notevoli raccolte di olive dagli alberi trattati.

Il gruppo del CREA ha anche riferito di risultati positivi dopo l’utilizzo di un prodotto commerciale contenente zinco, rame e acido citrico: tutte le piante trattate sono sopravvissute all’estate del 2015 e all’inverno successivo. Il gruppo di esperti scientifici dell’EFSA sulla salute dei vegetali (PLH) afferma tuttavia che è prematuro trarre conclusioni circa l’efficacia a lungo termine di tali trattamenti sulla base di questi risultati sperimentali. Solo esperimenti condotti per più stagioni potranno fornire informazioni affidabili sulla loro efficacia a lungo termine, afferma il gruppo di esperti in un suo documento scientifico (Statement).

I ricercatori hanno detto all’EFSA che anch’essi considerano preliminari questi risultati, in attesa di ripetere gli esperimenti per almeno un’altra stagione. Hanno aggiunto che l’obiettivo degli esperimenti era quello di valutare la capacità dei trattamenti di sopprimere i sintomi della malattia piuttosto che eliminare il patogeno negli olivi infetti.

Il gruppo scientifico PLH non è stato in grado di effettuare una disamina dei dati sperimentali, in quanto i ricercatori pugliesi non hanno potuto mettere a disposizione le informazioni a causa di problemi di brevetto/diritto d’autore. Tuttavia il gruppo sottolinea che la vasta ricerca già condotta su malattie di altre colture, come la malattia di Pierce nella vite, evidenzia che tali trattamenti possono migliorare la salute delle piante – soprattutto se associati a pratiche agronomiche – ma non possono curarle o impedire loro di essere infettate dalla Xylella.

Gli esperti fanno comunque notare i possibili benefici dei trattamenti nel prolungare la vita degli olivi, in particolare quelli della zona pugliese di contenimento dove X. Fastidiosa CoDiRO è presente e diffusa, e condividono l’idea che occorrano ulteriori studi al riguardo.

FONTE EFSA:

http://www.efsa.europa.eu/it/press/news/160420